WuBook

ZaK from scratch

Cari,

prima di ogni cosa, annuncio con piacere che abbiamo investito con decisione sul fronte delle infrastrutture informatiche: tutti voi dovreste registrare una migliore reattivita’ durante l’utilizzo di WuBook. Molta piu’ velocita’. L’obiettivo e’ quello di rendere il vostro lavoro sempre all’altezza delle aspettative: facile, immediato, veloce e affidabile. Sono investimenti dietro le quinte che rischiano di passare inosservati, ma sono figli dell’impegno e della massima professionalita’ che continuiamo (e continueremo) a dare al nostro lavoro: ci teniamo a ricordarlo 🙂

Detto questo, comunichiamo ufficialmente che abbiamo dato inizio ai lavori di ristrutturazione ZaK: il gestionale verra’ riscritto da zero. Perche’? Cosa succede? Sostanzialmente, abbiamo fatto un errore di progettazione. Abbiamo sbagliato a considerare l'”offilne availability” (la capacita’ del gestionale di funzionare anche quanto internet si blocca) cosi’ cruciale. Come il caro Massimo ha osservato, un utente che ritiene cruciale l’offline availability, si compra una “chiavetta tim”. Se l’adsl salta, il muletto e’ pronto ed economico.

E’ una considrazione giusta. Soprattuto se consideriamo due svantaggi che questa scelta ha comportato:

  • Complessita’: il meccanismo che permette l’utilizzo del gestionale offline richiede delle sofisticherie che rendono il progetto piu’ difficile da manetenere ed espandere
  • L’assetto “client” (la possiblita’ di funzionare anche senza server, quando internet non va), rende piu’ lenta l’applicaazione. Finche’ le camere sono 30, non ci sono problemi. Ma quando il numero sale (Massimo ne aveva 60), ZaK inizia a degradare e diventare lento.

WrongWay

E’ inutile proseguire su questa strada: e’ la strada sbagliata. Invece di costruire abbellimenti commerciali su basi che non possiamo considerare solide (per dirla meglio, che non possiamo considerare solide come siamo abituati fare con i nostri lavori!), preferiamo cambiare subito rotta. E cosi’ faremo.

Aspettatevi nel giro di una dozzina di settimane la nuova versione di ZaK. Non avra’ supporto offline. Ma sara’ veloce e ci permettera’ di espandere il progetto con la stessa facilita’ con cui abbiamo sempre gestito WuBook e WooDoo. Per gli attuali utenti di ZaK, nessuna preoccupazione: lavoreremo per rendere il passaggio alla nuova versione trasparente.

11 Responses

  1. Devo davvero fare i complimenti a questi ragazzi così in gamba ed intelligenti da scrivere un articolo pubblico come questo.

    Poche volte ho visto tanta coerenza e trasparenza nel gestire i proprio prodotti ed i rapporti con i clienti.

    Sono contentissimo di averli conosciuti e ritengo un onore che programmatori tanto capaci e appassionati abbiano ascoltato i suggerimenti di un cliente con questo atteggiamento che ritengo tanto esemplare quanto raro.

    Non è una sviolinata ma una spontanea esternazione di stima.

    Avanti così! Siete i numeri UNO!

    Massimo

  2. Grazie!

    Questi sono valori che da sempre ci accompagnao.

    In ogni caso, ho dimenticato di citare un altro grande benefit della nuova impostazione: ZaK sara’ utilizzabile da qualsiasi browser (qualsiasi browser che funziona, Internet Explorer e’ sempre in dubbio).

    E…. abbiamo gia’ iniziato i lavori: forse 12 settimane sono troppo “premurose”: se le cose continuano cosi’, forse gia’ fra 4 o 5 avremo fatto il grosso del lavoro. Stiamo anche riprogettando alcune cose, sarebbe bello fare un incontro con gli eventuali interessati, perche’ Massimo di Roma ha idee piuttosto particolare che forse non vanno sottovalutate

  3. se funziona con tutti i browsers forse si potrà (per interventi in emergenza) anche intervenire da smartphone & co?

  4. da vedere,

    se infatti non ricordo male, uno dei limiti dell’iphone (ma magari mi sbaglio, ne sai qualcosa?) e’ quello di non accettare javascript troppo grandi. Beh, in caso ci lavoreremo, comunque essendo una pura applicazione web, la risposta e’ si: si potra’ utilizzare da qualsiasi dispositivo predisposto per la navigazione (non considerando -eventualmente-internet explorer tale)

  5. E intanto ti dico che abbiamo gia’ finito la gestione camere: abbiamo anche modificato lo stile grafico ed e’ ancora piu’ bello e veloce di prima 🙂

  6. Salve,
    in realtà non ho idee particolari ma solo una certa familiarità con i PMS e le funzioni che devono assolvere.

    Per necessità ho visionato molti dei PMS in commercio ma è qualcosa che probabilmente fa qualsiasi albergatore .

    Il funzionamento off-line è supportato per quanto ne sappia solo da un PMS Veneto che usa un DB Oracle e script .do (roba costosa e che richiede grandi infrastrutture e canoni da 5-10.000 euro annui)
    La chiavetta una ottima soluzione .

    Le esigenze degli albergatori sono differenti a secondo del luogo da cui operano e del tipo di struttura che gestiscono .

    Probabilmente i tecnici nello sviluppare Zak hanno fatto una analisi dei metodi lavorativi tipici degli alberghi costieri o delle piccole strutture tralasciando le medie e grandi unità .

    Così problematiche che risultano banali per alcuni sono essenziali per altri.
    Naturalmente tutto si può risolvere con lo sviluppo del software ma l’importante è partire da subito con un progetto che supporti la scalabilità e la flessibilità.

    Offrite anche a Noi un prodotto che il sia il TOP a costi non proibitivi.

    È possibile e lo sapete fare. Vi occorre solo una piccola, piccola traccia.

    Oggi abbiamo la conferma che siamo in buone mani.

    Saluti
    Massimo

  7. La butto li,

    perche’ non organizziamo un incontro? Visto che tu stesso hai realizzato un pms, sarebbe prezioso. Vogliamo fare per il tartufo nella nostra zona (Fano Aqualagna)? Oppure a Roma?

    Oggi WuBook gioca una grande sfida: sono pochissime le societa’ italiane che sviluppano tecnologie con una professionalita’ moderna. I pms, vuoi per la delicatezza del software, vuoi per un contesto (storico, economico etc) che non aiuta la qualita’, sono molto perfettibili.

    C’e’ molto margine per l’innovazione. Il nostro mestiere 🙂

    La nuova versione sara’ molto agile, come un grillo. E scalabile. Si puo’ davvero fare molto (gia’ stanno nascendo nuove idee, perche’ l’opera genera creativita’).

    La dashboard (welcome page di ZaK), non contiene piu’ le camere, ma il foglio del giorno.
    Stavo pensando anche di allestire un ambiente condiviso con i nostri utenti per la progettazione.

  8. Ti incontro volentieri cosi posso imparare qualcosa

    Sei disposto a ricevere mille domande?
    Per il resto condivido tutto.

    Cosa intendi per “Stavo pensando anche di allestire un ambiente condiviso con i nostri utenti per la progettazione.”
    Massimo

  9. Ragazzi, vi seguo da meno di un anno e mi sembra di aver fatto già dei salti nel futuro.
    Difficilmente ho assistito a sviluppi e aggiornamenti così frequenti e preziosi.
    Sono d’ accordo con Yellow quando dice che l’opera genera creatività…
    Non so se il meeting romano é aperto a tutti ma se si io mi imbucherei 😉

  10. Ciao Ragazzi…e grazie per il vostro impegno!! Da parte mia posso dire che partendo da un’esperienza ventennale in altro settore affine ( gestione booking teatrale ), la cosa che adesso mi manca di più è la possibilità di gestire l’aspetto “economico/contabile”. Cioè sapere per esempio in modo immediato l’incasso giornaliero, mensile o per periodi selezionati. Questo eviterebbe l’attuale necessità di utilizzare un’altro programma parallelo dove però bisogna inserire tutti i dati manualmente…ed è un lavoro doppio inutile. Penso che un gestionale non possa fare a meno di ciò ( ne avevamo già parlato….). Per non dire poi di un DB che possa raccogliere i dati dei clienti per campagne di marketing diretto. Oggi fondamentali per la crescita e mantenimento della clientela. Confido in voi …vedo i progressi sono stati tanti..che ne dite?

  11. Diciamo…

    Lo faremo 🙂

    Contiamo fra poco di pubblicare un video della nuova versione…

    Vi prometto che stupiremo con effetti speciali.
    Stay tuned

Lascia un commento

Back to Top