Ecco Google Hotel Price Ads!

hpa_logo

Cari,

dopo un paio di mesi di test, apriamo al pubblico il sistema di Advertising di Google: Google Hotel Price Ads (Google HPA in seguito). Si tratta di un sistema del tutto simile a quello di TripAdvisor (TripConnect): quando attivato, Google promuove le vostre camere  riportandone i prezzi agli utenti e consentendo prenotazioni dirette. Quando un utente e’ interessato alla vostra offerta e clicca, c’e’ un costo (Pay per Click model). Il costo per ogni click e’ variabile e dipende in larga misura dalle vostre impostazioni. Potete scegliere il livello di aggressivita’ della campagna promozionale, oltre a geolocalizzarla (questo viene spiegato in seguito nei dettagli).

Come dicevamo, Google HPA si inserisce proprio in quel nuovo filone del marketing alberghiero, che vede i player che godono di larga audience (come TripAdvisor, Trivago, JetRadar, Yandex) sfruttare i Booking Engine individuali, nel tentativo di guadagnare quote di mercato a scapito delle OTAs. Come probabilmente sapete, su WuBook si parla di Fount Sites per inquadrare questo modello di mercato.

tripConnect-premium-partner-logo

Il filone sembra florido. TripAdvisor, per esempio, ha riscosso un grande successo. Le percentuali di conversione sono buone. E piace molto. Va segnalato, en passant, che stiamo per aggiornare il sistema di TripAdvisor per supportare la novita’ dell’Instant Booking, una tecnologia per gli utenti Mobile di TripAdivsor. Stay tuned, ne parleremo a breve.

Tornando a Google: la fase di test, seppur limitata nel numero di attivazioni, ha gia’ fornito alcune indicazioni. Come TripAdvisor, le percentuali di conversione sono buone (parliamo di un 3 o 4% circa). E’ invece difficile per il momento paragonare l’efficacia commerciale in termini di spesa/ricavi, in particolare confrontandola con gli altri Fount Sites, come TripAdvisor per esempio. I dati sono ancora pochi e sara’ possibile farlo soltanto fra qualche mesetto.

Come indicavamo inizialmente, Google permette un livello di flessibilita’ molto interessante per costruire le proprie campagne commerciali. Un pochino complesso, va detto. Ma e’ uno di quei casi in cui la complessita’ non e’ inutile.

In primis, Google vi permette di trattare diversamente (cioe’ di investire cifre diverse) a seconda della piattaforma in cui l’annuncio verra’ pubblicato: le quattro piattaforme definite sono Google+, Google Maps, Local Universal e Google Hotel Finder. E’ facile intuire che Google+ e’ il social network di Google e Google Maps sono le mappe geografiche. Per Local Universal si intende invece il Search Engine di Google. Apriamo una parentesi per spiegarlo meglio. Quando un utente cerca “Hotel Fano”, l’offerta dell’eventuale albergatore fanese che ha sottoscritto GHPA compare tra i risultati della ricerca, anzi, in testa ad essi. In maniera del tutto analoga al classico advertising di Google, che compare in testa alle cosiddette SERP (Search Engine Result Page). Google Hotel Finder, infine, e’ un motore di ricerca dedicato agli hotel (vedi qui per esempio).

Google-Sites

Su ognuna di queste piattaforme, dicevamo, e’ possibile destinare investimenti diversi. Per esempio, un Hotel che investe molto sui social, come Facebook e Google+, destinera’ certamente una buona cifra alla piattaforma Google+.

Fatte le vostre scelte a seconda della piattaforma, si sceglie successivamente come orientare sul fronte geografico le vostre campagne promozionali. Il sistema permette di indirizzare gli annunci worldwide (per tutte le nazioni) o di selezionarne soltanto alcune. In entrambi i casi, per ogni nazione, e’ possibile scegliere, esattamente come nel caso della piattaforma, un livello differente di investimento. Gli albergatori particolarmente interessati, per esempio, a promuovere le proprie camere in Spagna, aumenteranno gli investimenti per quel mercato per esempio.

Geo-marketing

Sul fronte commerciale, pensiamo noi ai pagamenti nei confronti di Google, per poi girarveli con un margine del 4%. Un investimento di 1000 euro sul sistema GHPA produrra’ una spesa di 1040 Euro, di cui 40 euro rimarrano a WuBook e che principalmente serviranno a supportare tecnicamente e amministrativamente tutte le operazioni di connessione, diagnostica, risoluzione problemi e questioni amministrative.

Di contro, i costi di GHPA sono non soltanto trasparenti, ma anche -ed estremamente- monitorabili. Il sistema Fount per la reportistica, nel caso di Google, e’ molto dettagliato. Riportiamo vita morte e miracoli di quanto accade sulle piattaforme di Google, ogni giorno. E potete consultare i report per conoscere il numero di click che avete ricevuto.

googlepie

I report consentono di individuare il numero di Clicks a seconda della piattaforma, della nazione, della Lenght of Stay, del Device Type (desktop o mobile). Inoltre, vengono riportati i dettagli su ogni annuncio: per esempio il costo (nel caso il click venga cliccato), il numero di impressioni, la posizione in cui e’ comparso e molto altro.

googleclicks

In conclusione, credo di poter dire che abbiamo fatto un ottimo lavoro. L’ambito e’ estremamente interessante e siamo tutti molto curiosi di capire quanto il nuovo modello di mercato (grossi player che sfruttano i booking engine individuali per sottrarre quote di mercato alle OTAs) possa impattare le dinamiche commerciali del settore. Come detto in precedenza, il modello di mercato su WuBook si chiama Fount System. Google, in ottica Fount Site, puo’ essere attivato e configurato alla sezione Amministrazione / Fount.

water

Enjoy!

2 thoughts on “Ecco Google Hotel Price Ads!

  1. Potreste per cortesia dirmi, se volessi investire in egual misura in tutti e quattro le piattaforme Google+, Google Maps, Local Universal e Google Hotel Finder cosa devo indicare nel campo che voi chiamate “multiplier” ?
    Se volessi investire solo nel mercato italiano, cosa devo mettere nel campo “multiplier”. Per prova ho messo la cifra 0,01, ma non so assolutamente cosa voglia significare.

    Poterste aiutarmi ?
    Vi ringrazio

    Saluti

  2. Provo a spiegare,

    se poi non e’ chiaro, venite in chat che ci sentiamo al telefono e facciamo a voce. Quando configuri Google, all’inizio devi specificare l'”offerta base” (per esempio, diciamo 1 euro). Ora, questa offerta base e’ un riferimento. Proseguendo con la configurazione, hai la possibiltia’ di moltiplicarla per differenziarla a seconda del contesto (per esempio della piattaforma e della nazione).

    Se per esempio per google+ metti multiplier=10, significa che su google+ l’offerta base per un click diventa 10 euro.

Lascia un commento