Wong.it - il blog di

wubook_white_logo

Alberghi e OTA, presente e futuro

Cari Amici lettori di Wong e colleghi Wubookers,

approfitto della nota di Stefano apparsa sul Wu-forum e ai vari post riguardo le nuove condizioni contrattuali IMPOSTE da Booking.com per farVi sopportare altre mie constatazioni a riguardo. Come ormai sapete, combatto come posso da parecchio tempo contro le Ota e le loro posizioni.

Ribadisco una volta per tutte che io non sono affatto contro i booking on line, che reputo un bel servizio alla clientela ed anche comodo per noi albergatori, che possiamo usufruire di un buon sistema di marketing online. Purtroppo però, le OTA hanno compreso che il mondo degli albergatori (spero nessuno si offenda..ma è cosi) è un terreno ottimo per fare affari (loro).

Difatti molti pochi di noi capiscono, almeno a livelli decenti (nemmeno io sono una cima di tecnologia..ben inteso) di Internet.. 🙂

Molti colleghi non conoscono la differenza tra un booking online da mettere sul proprio sito ed un portale..a qualcuno chiedi la sua mail per mandargli dei documenti e quello inizia tutto convinto con WWW ??!?!?

E’ chiaro perciò che delle organizzazioni super efficienti a livello tecnologico, di marketing e di vendita (come sono le grandi OTA) si fanno un baffo di noi. Sanno bene che possono imporci quello che vogliono loro..tanto nessuno dice niente.

Provate un momento a tornare con la mente a qualche anno fa..cosa ci chiedevano? Solo di essere presenti sui loro portali..condizioni praticamente nessuna.

L'inizio dei portali di prenotazione online

Poi sono iniziati gli aumenti delle commissioni, poi sono arrivate la parity rate, poi le last rooms available, poi gli interessi caricati sulle fatture in caso di ritardo sul pagamento (manco fossero banche o finanziarie!!). Poi, alla ricerca di grosse fette di mercato, hanno instaurato i loro rapporti con le aziende..le NOSTRE aziende…praticamente continuano a “fregarci” i clienti.

Ora aggiungiamoci anche questa ultima novità: dobbiamo tenergli un allotment di almeno due camere fino a 3 giorni dall’arrivo..sempre..comunque…

Anche quando la più grande manifestazione della Vostra città potrebbe riempirVi l’albergo un paio di mesi prima..Voi dovete tenere sempre due camere libere per loro..ovviamente impedendoVi di fatto la possibilità di disintermediare la vendita…

Ma guarda tu..neanche quando le posso stravendere (oramai pochi giorni all’anno) ho la facoltà di fare quello che voglio..nel mio albergo..con le mie camere…

Ecco: per chi non lo avesse notato, hanno iniziato dapprima ad accarezzarci romanticamente sul viso.. ora siamo già passati alle sberle..e fra po’ al momento in cui ci caleranno le braghe…

Cari colleghi..tutti…SVEGLIAMOCI!!!

Se andiamo avanti cosi, ci troveremo in situazioni talmente comiche e costose che i nostri hotel diventeranno dei circhi…sempre che già non lo siano… Anche i clienti sono furbi..capiscono come fregarci..hanno capito che inserendosi fra le righe dei rapporti intercorrenti tra gli hotels e le OTA loro ci guadagnano! (anche loro…praticamente tutti tranne noi..)

Avete mai sentito di queste situazioni?:

a) cliente entra in hotel e ti chiede una camera..tu gli dai disponibilità e gli chiedi, per es, 100€

…lui dice di pensarci un momento va in macchina e con il black berry ti prenota su booking ad € 80,00….poi entra con la faccia da Camaleonte e ti dice: ho una prenotazione per stanotte!!

b) una tua azienda fedele cliente ti chiama inca….ta nera perchè sui portali, magari anche solo per un giorno, hai messo tariffe più basse di quelle concesse a loro..ovvia brutta figura e perdita di fiducia dell’azienda…vagli tu a spiegare revenue management..politiche tariffarie per internet etc etc

c) cliente che chiede sconti, se non addirittura gratuità totale della camera, pena recensione altamente negativa sul portale.

Questi sono ovviamente solo alcuni esempi..ce ne potrebbero essere altri..ma nn mi dilungo. Perchè ciò accade? Perche gli alberghi accettano passivamente le condizioni da altri imposte… I soliti amanti delle OTA (contenti loro) dicono sempre: ma nessuno ti obbliga ad esserci!..mica ti hanno puntato la pistola alla testa no? (ovviamente sperano che altri escano cosi la lista è tutta loro..)

Questi sono discorsi altamente egoistici..non riescono o non vogliono capire che i portali portano forse qualche beneficio a qualche singolo albergo (in genere quelli più sfortunati a livello di posizione, di organizzazione generale o a livello di storia e reputazione passata della struttura)..ma nell’interesse di TUTTO il sistema albergo sono un Cancro ..almeno alle condizioni attuali.

Qualcuno si offenderà..ma io penso che i super estimatori delle OTA siano soprattutto dei professionisti pigri…è molto comodo mettere il proprio hotel sui portali…fanno tutto loro..

a costo di prostituirsi..ma almeno faccio meno fatica.

Invece chi non vuole essere sui portali deve fare più fatica…molta più fatica….cercare i clienti, mettere in atto politiche che accentuino il passa parola, fornire servizi di booking alternativo, lavorare per avere un sito altamente indicizzato, coltivare le relazioni personali e non con le aziende clienti, promuovere la propria struttura su altri canali etc….ma vi assicuro che le soddisfazioni, morali e di risultati, non mancano.

Ecco, io non accetto di sentirmi ricattato da nessuno..nessuno deve decidere per me come, a chi, quando e perchè vendo una camera..e cosi dovreste fare tutti voi.

Quanti milioni di Euro ogni anno versiamo alle OTA? Dove finiscono questi soldi??

ve lo dico io: i soldi che i nostri turisti, che da noi (inteso come città o come regione non come albergo) sarebbero venuti in ogni caso e che sarebbero serviti per il nostro territorio, in realtà finiscono a New York, a Ginevra, a Londra o chissà dove e non a Venezia, a Udine o a Canicattì.

Pensateci bene: se non esistessero i portali forse avremmo meno turisti? Di sicuro no. Se non esistessero i portali forse avremmo più introiti? Di sicuro si… o almeno sarebbero più “puliti”.

Mi permetto a questo punto di consigliare a Voi tutti una riflessione….di questo passo le condizioni che le OTA si auto-riserveranno saranno talmente vantaggiose che anche tutti i nostri clienti privati e tutte le aziende con le quali lavoriamo abitualmente avranno più vantaggio a rivolgersi a loro per le prenotazioni..meditate gente…meditate..